mercoledì 15 novembre 2017

Recensione; "Mi piaci da morire" di Federica Bosco

Dopo un paio di letture a dir poco impegnative, ho sentito il bisogno di una lettura decisamente più leggera e quindi ho deciso di prendere nuovamente tra le mani questo libro, scritto da un autrice che in passato ho apprezzato molto, soprattutto nel periodo della mia adolescenza.
Scelta decisamente appropriata


Titolo: Mi piaci da morire
Autore: Federica Bosco
Paese: Italia
Genere: romanzo
Pagine: 219
Casa editrice: Newton Compton
Anno di pubblicazione: 2005
Prezzo di copertina: 6.90 euro copertina flessibile, 5.90 copertina rigida
Ebook: 3.49 euro

Link per l’acquisto Amazon e ibs







Monica ha trentun'anni e appena un anno prima si è trasferita dall'Italia a New York per inseguire il suo sogno; diventare una scrittrice ed incontrare J. D. Salinger, il suo grande mito.
Peccato che da quando è arrivata in America non sia riuscita a fare altro che trovare un lavoro presso un negozio di antiquariato gestito da due anziane sorelle che la trattano peggio di uno straccio vecchio e intrappolarsi di una relazione impossibile con un uomo bellissimo ma fidanzato da dieci anni per cui ha perso totalmente la testa.
Quando Monica se ne rende conto inizia a pensare di tornare indietro con la coda tra le gambe, ma proprio quel giorno nel negozio dove lavora entra Ed, un editore ricco di fascino arrivato da lontano che farà irruzione nella sua vita e l'aiuterà a prendere finalmente coscienza della sue capacità e a realizzare i suoi sogni.
Ma è davvero lui l'uomo della sua vita? Oppure Monica finirà nuovamente a sbattere contro un altra terribile delusione?


Devo essere sincera, solitamente un libro con un titolo del genere (perchè, ammettiamolo, noi lettori giudichiamo decisamente un libro dalla copertina) non potrebbe mai attirare la mia attenzione.
Le storie d'amore, soprattutto quelle più "zuccherose" non fanno assolutamente per me, e questo libro è finito nella mia libreria per due principali motivi; il primo è perchè quando l'ho comprato (all'incirca quattro anni fa) non ero una sociopatica inacidita come sono ora e il secondo è perchè negli autori che hanno influenzato i miei primi anni da scrittrice ho un vero punto debole e Federica Bosco rientra senza dubbio tra questi.
Ricordo quest'autrice che molto affetto per la sua serie "Innamorata di un angelo" che mi aveva davvero entusiasmato negli anni della mia adolescenza ed ero molto curiosa di approcciarmi ora a questo suo primo libro, che anni fa avevo iniziato senza però mai finire.
"Mi piaci da morire" è il primo libro della serie con protagonista l'aspirante scrittrice Monica, che rappresenta a pieno tutte le più spiccate caratteristiche della ragazza italiana; è vulcanica, tendenzialmente vittimistica e capace di passare dall'euforia alla depressione in un nano secondo.
Ammetto di essermi riconosciuta in molti suoi atteggiamenti e pensieri e questo mi ha divertito molto. Come del resto ho trovato decisamente simpatici gli altri personaggi, in particolar modo i coinquilini Sandra e Mark, sensitiva cantante caraibica lei, tipico omosessuale newyorkese lui. Davvero irresistibili nei loro siparietti.
Due sono le storie d'amore che appaiono tra le pagine, quella tormentata e proibita per David, destinato nonostante tutto a ritornare nella vita di Monica come un ossessione, e quella apparentemente perfetta per Edgar, tipico inglese tutto d'un pezzo capace di sorprendere la sua lei con meravigliosi viaggi a sorpresa e poi sparire per giorni interi senza dare segni di vita. Due uomini differenti che portano a strada opposte, starà a Monica dover scegliere, magari supportata dalle nostre preferenze!
Un inizio piacevole, leggero e poco impegnativo, perfetto da leggere tutto d'un fiato in una giornata di relax.  Appare solo un piccolissimo difetto; l'eccessiva presenza di punti esclamativi nei discorsi diretti che disturbano un po' la lettura.
Sono molto curiosa di conoscere come andrà avanti nel secondo libro "L'amore non fa per me" che, straordinariamente, questa volta ho già iniziato!


Voto: 6.5

Frase: "Devi sapere che il principe azzurro non arriva su un bel cavallo bianco sguainando la spada, ma arriva a piedi, è pieno di polvere, puzza di sudore è si è anche perso un paio di volte prima di arrivare, ma prima o poi arriva"



Federica Bosco nasce a Milano il 25 settembre 1971 e si trasferisce a Firenze quattro anni dopo.
Tanti i suoi romanzi di successo tra cui le due trilogie "Mi piaci da morire", "L'amore non fa per me", "L'amore mi perseguita" e "Innamorata di un angelo", "Il mio angelo segreto", "Un amore di angelo".
"Ci vediamo un giorno di questi", la sua ultima pubblicazione, è uscita qualche mese fa.

Nessun commento:

Posta un commento